Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Prove e valutazioni di tutto quello di cui non si è parlato nei forum qui sopra.

Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda FurettoII » mer feb 21, 2018 12:45 pm

Mi accingo a comparare due prodotti della stessa tipologia che ad un primo sguardo possono sembrare simili ma in realtà ideati con specifiche diverse e quindi destinati ad usi differenti: mi riferisco alla giacca Snugpak Sleeka Elite ed alla giacca Quechua X-Light. Perché dico che i due prodotti sono differenti? Sebbene entrambi siano stati realizzati con l’obiettivo di rispettare i requisiti di leggerezza, di calore e di compattezza sono ideati per temperature diverse il che li destina anche ad usi diversi. Il piumino della Quechua soddisfa esclusivamente l’uso come giacca mentre la Snugpak Sleeka, utilizzata insieme ai suoi pantaloni, può sostituire un sacco a pelo tenendo conto di alcuni limiti in quanto lascia le estremità del corpo scoperte. Allora conviene puntare direttamente al completo della Snugpak? La risposta non è proprio così immediata poiché entrambe i prodotti hanno, ovviamente, pro e contro che analizzeremo insieme durante questo raffronto.

Immagine
Immagine

Parliamo subito della caratteristica principale: il calore. Quanto scaldano questi piumini? A che temperature è possibile utilizzarli? Innanzitutto va chiarita una cosa che vale un po’ per tutti i prodotti destinati a questo utilizzo: non è la giacca od il sacco a pelo a scaldare il nostro corpo ma è il nostro corpo a produrre calore e l’indumento semplicemente trattiene queste calorie; la qualità del prodotto si misura con questa capacità. Al fine di semplificare questo dato, e quindi l’acquisto da parte del consumatore, le aziende forniscono dei parametri in termini di temperature. Generalmente si parla di temperatura comfort e di temperatura extreme e cioè rispettivamente la temperatura alla quale si avverte una sensazione confortevole di calore e la temperatura alla quale si avverte una sensazione di freddo ma comunque il capo riesce a proteggere il copro dall’ipotermia. La Snugpak fornisce come dato per la Sleeka un comfort -5°C, personalmente ritengo questa temperatura un po’ ottimistica ma ognuno di noi ha una percezione del freddo diversa e quindi la mia è una valutazione assolutamente soggettiva. La Quechua, sul sito ufficiale, non fornisce nessun dato mentre sul sito della Decathlon ne viene dichiarato uno alquanto aleatorio definendo la temperatura comfort tra i 10°C ed i -5°C. Il primo punto a sfavore del piumino X-Light è la poca chiarezza riguardo le temperature di utilizzo ma avendo provato tutti i due prodotti, secondo la mia percezione del freddo, utilizzerei come terzo strato e da fermo la Sleeka con temperature tra i 0°C e i -5°C mentre la giacca X-Light con temperature tra i 8°C e i 3°C. Ovviamente, ipotizzando una situazione di movimento abbastanza continuo, tutto cambia: alle nostre latitudini il piumino della Decathlon ha un range di utilizzo più ampio mentre con la Sleeka si rischia di sudare se la temperatura esterna non sia al di sotto dei -10°C.
Passiamo al peso, le aziende dichiarano rispettivamente per la Sleeka e per il piumino X-Light 880g e 440g con riferimento taglia L, il prodotto della Quechua pesa esattamente la metà rispetto al primo e questo, unito al basso ingombro che vedremo a breve, è un punto a suo favore. Analizzando gli ingombri delle giacche inserite nelle loro sacche di compressione, la prima cosa che si nota è il materiale e la fattura delle stesse sacche, la Quechua ha puntato al risparmio mentre la Snugpak ci fornisce una sacca di materiale qualitativamente superiore e con delle cinghie di compressione. Cerchiamo di essere pratici, si ovvia alla mancanza delle cinghie di compressione inserendo una maglietta di ricambio (o altro vestiario di piccolo ingombro) nella sacca della Quechua in quanto il piumino si può comprimere ulteriormente; ovviamente si può fare lo stesso con la sacca della Snugpak che conferma il suo primato e che sicuramente sarà più idonea agli usi che ne facciamo noi dato il materiale durevole.

Immagine
Immagine

Procediamo con delle immagini che mostrano le misure delle sacche chiuse. Nelle prime due foto la sacca della Snugpak è compressa al minimo rimanendo malleabile mentre nelle successive è compressa al massimo e prendendo una forma sferoidale e forse un po’ meno comoda da inserire nello zaino.

Immagine
Immagine

Immagine
Immagine

Dalle foto si evincono le misure da ritenersi approssimative. Il piumino X-Light misura in lunghezza 19 cm ed in larghezza 14 cm circa, mentre per la Sleeka le misure variano in base alla compressione: nelle prime due foto la lunghezza e la larghezza sono di 22,5 cm e 17 cm nelle successive sono di 17,5 cm e 19 cm.
Anche riguardo i materiali di costruzione vince la giacca della Snugpak perché utilizza il paratex softie, materiale di qualità e resa superiore. Guardando il sito della Quechua si legge che il piumino di propria produzione è realizzato con un 75% piumino e un 25% piuma ma con cappuccio e maniche in ovatta, si tratta informazioni un po’ vaghe. In generale si può affermare senza dubbio che il materiale esterno della Sleeka è più resistente ed inoltre sono presenti dei rinforzi dalle spalle fino ai gomiti pensati per un utilizzo nella boscaglia.

Immagine

Procediamo ora guardando i dettagli dei due prodotti, osserveremo per prima la giacca della Snugpak.

Immagine

Le zip sono robuste e marchiate YKK il che le rende adatte agli utilizzi più “rudi”.

Immagine

Notiamo che esiste la possibilità di regolazione in vita.

Immagine

Qui il dettaglio del robusto elastico dei polsini.

Immagine

Regolazione presente anche sul collo.

Immagine

Sono presenti due tasche esterne con zip e patta a protezione della zip (nella foto se ne vede solo una).

Immagine

All’interno è presente una sola tasca con zip.

Continuiamo il nostro raffronto passando alle caratteristiche del piumino della casa francese.

Immagine

In dettaglio la zip più piccola e di aspetto un po’ più delicato rispetto a quella della Sleeka.
Al collo non c’è nessuna regolazione ma è presente un comodissimo cappuccio con un alto bavero: punto a favore del X-Light.

Immagine

In vita non è presente nessun tipo di regolazione ma il piumino ha una vestibilità più aderente rispetto alla Sleeka, inoltre si nota l’elastico dei polsini più fine di quello della controparte.

Immagine

Anche qui abbiamo due tasche con zip.

Immagine

Qui il dettaglio delle tasche interne, presenti una per lato ma senza zip.

Prima di tirare le somme vorrei brevemente parlare della vestibilità. Il piumino X-Light è aderente e gradevole da vedere. Probabilmente la Quechua ha scelto questo taglio sartoriale anche per strizzare un occhio alle ultime tendenze e il prodotto risulta più appetibile ma sicuramente meno efficace nel trattenere il calore. Il lato positivo è che risulta molto comodo in movimento seguendo perfettamente le meccaniche del corpo. La Sleeka è più ingombrante e decisamente bruttina da vedere ma questo taglio, in termini di resa, è senz’altro una scelta più assennata.

A questo punto possiamo affermare che entrambe i prodotti hanno caratteristiche positive che negative ma con questa disamina spero soprattutto di aver reso l’idea dei diversi tipi di utilizzi cui sono destinati. Parlando di qualità generale spicca sicuramente la giacca della Snugpak, a partire dai materiali di pregio superiore e di maggior resistenza; si nota che è un prodotto con specifiche militari (in gergo milspec) e che quindi i materiali sono in grado di rispondere ad alti gradi di stress. Il piumino della Quechua è un prodotto destinato all’uso civile ed immagino che in una situazione di bivacco nella boscaglia dovremmo avere della attenzioni in più per non rovinarlo o procuragli dei buchi. La Sleeka come già detto, se accoppiata ai suoi pantaloni, può quasi sostituire un sacco a pelo e se avesse avuto anche lei il cappuccio senz’altro sarebbe stata molto più completa. Da ciò però volevo fare una considerazione a livello operativo: utilizzando questo completo con anfibi indossati possiamo essere in grado di reagire ad un ingaggio in maniera immediata cosa che non accadrebbe all’interno del sacco a pelo ed inoltre la giacca può essere utilizzata da sola per delle lunghe soste di osservazione in climi rigidi. Il piumino X-Light invece ha un range di utilizzo più ampio potendolo usare anche in movimento ma deve essere necessariamente accoppiato ad un sacco a pelo performante quindi si tratta effettivamente di uno strato in più e non va a sostituire il materiale per il bivacco.
Volgendo al termine di questa comparazione, ora, parliamo di denaro: la Sleeka ha un costo elevato, si parla di circa 80 euro per la sola giacca e poco di meno per i pantaloni mentre il piumino X-Light ha un costo molto contenuto, nell’ordine dei 30 euro. Cosa consiglio io? Dipende sicuramente dalle tasche ma…… mettendomi nei panni di chi sta iniziando a comprare l’attrezzatura per affrontare eventi di lunga durata, considerando il range di utilizzo, utilizzando un’ottica volta al risparmio ed infine considerando che un sacco a pelo di buona qualità per affrontare eventi invernali è assolutamente indispensabile direi che prendere il piumino della Quechua è una scelta assennata. Al contrario, chi invece è già attrezzato e cerca un prodotto per uso specifico (recon o sniper), che sia milspec, durevole negli anni e di qualità superiore consiglierei senz’altro il completo Sleeka che si può trovare tranquillamente e prezzi minori nel mercato dell’usato.
Da Latina con furore!
Avatar utente
FurettoII
osso duro
osso duro
 
Messaggi: 849
Iscritto il: sab gen 12, 2008 8:18 pm
Località: Novara

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda ombra » mer feb 21, 2018 1:08 pm

Bravo furetto molto ben fatto
ombra
frequentatore
frequentatore
 
Messaggi: 158
Iscritto il: mar set 18, 2012 7:28 pm

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda Teflon » mer feb 21, 2018 1:18 pm

...la snugpack non ha il cappuccio ...
Sniper Fidelis -
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate
Avatar utente
Teflon
radioattivo
radioattivo
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: ven gen 19, 2007 9:10 pm
Località: Lombardia

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda FurettoII » mer feb 21, 2018 1:20 pm

Si, infatti l’ho annoverato come un difetto!
Da Latina con furore!
Avatar utente
FurettoII
osso duro
osso duro
 
Messaggi: 849
Iscritto il: sab gen 12, 2008 8:18 pm
Località: Novara

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda Teflon » mer feb 21, 2018 1:22 pm

eh ..l'ho letto di corsa ...sono in office
Sniper Fidelis -
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate
Avatar utente
Teflon
radioattivo
radioattivo
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: ven gen 19, 2007 9:10 pm
Località: Lombardia

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda nebbia61 » gio feb 22, 2018 11:06 am

Ottima recensione. I miei complimenti
nebbia61
 

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda FurettoII » gio feb 22, 2018 11:31 am

Grazie Nebbia, spero sia utile a tutti ed in particolar modo a chi gioca da poco. ;)
Da Latina con furore!
Avatar utente
FurettoII
osso duro
osso duro
 
Messaggi: 849
Iscritto il: sab gen 12, 2008 8:18 pm
Località: Novara

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda Teflon » ven feb 23, 2018 8:33 am

oppure questo

per temperature che vanno fino ai -15 la snugpack fa il saquatch ...che è un piminone con cappuccio mil spec.
Sniper Fidelis -
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate
Avatar utente
Teflon
radioattivo
radioattivo
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: ven gen 19, 2007 9:10 pm
Località: Lombardia

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda Teflon » ven feb 23, 2018 10:55 am

materassino

Lo danno come eccezionalmente robusto
Ultima modifica di Teflon il ven feb 23, 2018 3:25 pm, modificato 1 volta in totale.
Sniper Fidelis -
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate
Avatar utente
Teflon
radioattivo
radioattivo
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: ven gen 19, 2007 9:10 pm
Località: Lombardia

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda FurettoII » ven feb 23, 2018 11:04 am

Il materassino è interessante
Da Latina con furore!
Avatar utente
FurettoII
osso duro
osso duro
 
Messaggi: 849
Iscritto il: sab gen 12, 2008 8:18 pm
Località: Novara

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda jtore » dom feb 25, 2018 5:45 pm

Bravi!
Ph 1. Intel
Ph 2. Takedown
Ph 3. Getaway
::terrone
Avatar utente
jtore
Amministratore forum
Amministratore forum
 
Messaggi: 1784
Iscritto il: mar ott 05, 2010 8:12 pm
Località: Guallerate TX

Re: Comparazione Snugpak Sleeka Elite - Quechua X-Light

Messaggioda Teflon » lun feb 26, 2018 4:44 pm

Teflon ha scritto:oppure questo

per temperature che vanno fino ai -15 la snugpack fa il sasquatch ...che è un piumone con cappuccio mil spec.
Sniper Fidelis -
In te misericordia, in te pietate,
in te magnificenza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate
Avatar utente
Teflon
radioattivo
radioattivo
 
Messaggi: 6166
Iscritto il: ven gen 19, 2007 9:10 pm
Località: Lombardia


Torna a Attrezzature varie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron